Il Centro Stori torna alla vittoria. Esposito: “I ragazzi iniziano a capire quello che voglio”

Giovanni-Esposito

Il Centro Storico torna alla vittoria sette partite. I tre punti arrivano dal campo dell’Audax Herajon. Le dichiarazioni di Giovanni Esposito, mister dei granata.

Finalmente tornano i tre punti. Vittoria meritata?

«I 3 punti erano di vitale importanza oggi. I fatti accaduti in settimana, e che tutti conosciamo, avrebbero ammazzato un elefante. Ma i ragazzi sono stati encomiabili sotto tutti i punti di vista, meritavano di tornare a gioire. Ne giova il gruppo ma, soprattutto, l’intera società che in questa settimana c’è stata vicina. Tornando alla gara: oggi eravamo zeppi di juniores. Coscia è rientro dopo tanto. Chrisian Paciello non giocava una gara intera da 2 anni. Salese è ancora a metà condizione e avevo in attacco il solo Del Vecchio attaccante di ruolo. Insomma, eravamo all’osso, ma i ragazzi hanno dato tutto. Oggi non abbiamo concesso nulla. L’Audax ha avuto qualche chance solo qualche palla inattiva. Poi abbiamo legittimato il vantaggio colpendo anche». 

Stai iniziando a vedere il Centro Storico che è nella tua testa?

«I ragazzi iniziano ha capire quello che io voglio e siamo al 30.. 40%. Abbiamo lavorato tra mille problemi. Ci vorrà un po’ di tempo ma siamo sulla strada giusta. Sicuramente dovremo rinfoltire la rosa e su questo stiamo lavorando io e il direttore Forte».

Lo strappo con la zona play-off è di quelli importanti. Ma prima di tutto c’è da mettere divario tra noi e la 13ª. 

«Ho detto ai ragazzi di non guardarla. Vedremo alla fine cosa saremo stati in grado di fare».

Ora sotto con la prossima partita, un avversario di quelli tosti.

«La prossima squadra è una di quelle più attrezzate del torneo, ma di sicuro non faremo da comparsa. Loro sono in un momento magico ma noi cercheremo di essere pronti».

Il Centro Stori torna alla vittoria. Esposito: “I ragazzi iniziano a capire quello che voglio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su